Mio!

8 Giu

Piri mi ha fatto ricordare una cosa ieri sera (suggeritami a suo tempo dalla Ceci), sempre a proposito di Mtv: esiste un programma di sensibilizzazione nei confronti dei problemi universali: NoExcuse (acqua, fame, discriminazione…), nobilissima campagna che negli spazi televisivi dell’emittente occupa grossomodo 10 minuti prima delle otto, cioè una fascia oraria presumibilmente davvero poco seguita. In antitesi a NoExcuse a metà pomeriggio, fascia oraria presumibilmente molto seguita dai teenager, esiste un programma chiamato My Sweet Sixteen (il link rimanda ad una versione americana che non è quella andata in onda qui da noi): tale show, semplicissimo, prevede che un ragazzetto ricco sfondato e viziato esiga una supermega festa e un supermega regalo (solitamente un’auto costosa) dai propri genitori per il solo merito di compiere 16 anni.
Che bontà loro non c’è nulla di male se sei ricco e vuoi certe cose se puoi permettertele, davvero nulla di male, immagino che succeda a prescindere dallo show. Ma siccome la durata e la collocazione nel palinsesto sono più meritorie rispetto a quelle d iNoExcuse (del quale Mtv si vanta spesso, un po’ “vedi che noi ci stiamo attenti!”) deduco che vedere un ragazzino immerso nel lusso sia un messaggio più importante da mandare agli adolescenti italiani.
Si lo so, sono logiche aziendali, ma non si può neanche nascondercisi dietro perchè comunque se sono logiche paracule, beh sono logiche paracule.

Chissenefrega di Mtv quando c’è Paris Hilton? Scarcerata dopo due giorni perchè non riusciva a dormire, alla faccia dei due milioni di carcerati americani e di queli che, vuoi perchè minoranza etnica, vuoi perchè poveri, il carcere devono farselo tutto. (ah!)

Fortissimamente agendina del chissenefrega: meglio pensare a Bush che ha il cagotto. O a Buttiglione che vuole il gelato, a vostra scelta.

In the meanwhile: Paris back and forth.

Annunci

7 Risposte to “Mio!”

  1. ceci venerdì 8 giugno a 10:58 am #

    te l’ha fatto notare Piri???????
    Cristo io lo dico da novembre….

  2. bebo venerdì 8 giugno a 11:02 am #

    Hai ragione anche te, infatti ho modificato!

  3. ceci venerdì 8 giugno a 11:37 am #

    Mtv effettivamente sta perdendo colpi. Il fatto che io intervenga solo nei post mtviani, mi spaventa un po’..però a questa cosa dei sweet 16 contrapposta a No Exuse, ci avevo pensato, anzi volevo anche scrivere una mail di protesta. Volevo dire a Mtv che sperare di pararsi il culo facendo vedere per 10 minuti bambini africani ad un orario in cui i teenager (che poi sono quelli che vanno sensibilizzati) sono a tavola e i televisori non sono sintonizzati su quel canale, non è molto logico. Cioè, va bene, ma poi non pretendere di passare per quel canale che vuole fare della pubblicità progresso.
    Perché i giovani la televisione la guardano alle 3 di pomeriggio. E io vi invito tutti a guardare “my sweet 16” almeno per una volta. E poi vi invito a resistere alla tentazione di non spaccare la tv. Orde di ragazzini urlanti “I wanna be the staaaaar” “I’m gonna be the most beautiful at my party” “I’m gonna be the goddess”. I wanna???? Ma chiedere non si usa più?
    Ah bene, meno male che c’è Mtv che educa gli adolescenti (che in questo periodo hanno un bel po’ di seri problemi di educazione) ad andare dai genitori e dire “VOGLIO questo”. Ma venisse mio figlio a dirmi “voglio questo”, si, vai a lavoro e poi ti compri quello che ti pare, come ho fatto io, caro mio bel teenager.
    (Insomma, stiamo parlando di gente che io ho sentito dire “IO POSSO GUIDARE UBRIACA E NON FARE INCIDENTI PERCHE’ SONO STATA CON UN ISTRUTTORE DI GUIDA”. ?????. Queste sono cose che mi lasciano davvero interdetta. Io metterei un’ora al giorno di raccolta pomodori a scuola, a vedere se si rinsaviscono un po’.)
    Tutto questo per dire che l’idea di No Excuse è buona, ma va anche saputa usare bene.
    Passando a Paris, credo che sia seriamente in pericolo, credo che possa incappare in un pestaggio, e la cosa non mi dispiacerebbe per niente. Cioè, se io fossi americana cercherei di pestarla dai, per forza..
    Per il resto farei mangiare ai senatori chili di gelato al cioccolato, così potrebbero andare a cagare insieme a Bush.

  4. kikkla venerdì 8 giugno a 5:33 pm #

    si è diseducativo, è vero. io ci avevo pensato, lo giuro, avevo proprio pensato “ma guarda ‘sti ragazzetti che nervoso! ma proprio che sarebbe da andare lì e prenderli a coppini finchè non gli si frattura il collo! ma pensa te i cinni (X ceci: cinni=bambini in bolognese) che li vedono e pensano -fico! la voglio anche io la festa così!- però poi si sa, io sono moralmente bassa, in società mi contengo e mi do un tono, ma in realtà io tutto il filotto della comunicazione socialmente utile proprio non lo sopporto, mi rompe le palle così tanto, ma così tanto che piuttosto qualsiasi cosa, piuttosto i ragazzini viziati, piuttosto le formiche che dormono, piuttosto enrico papi (per fare il nome di uno che mi irrita un bel po’). Poi a livello aziendale avete ragione, mtv è paracula. Volevo dire che è così tutta la tv, ma poi ci ho pensato e non è tanto vero…peccato mi sarebbe piaciuto dirlo. Vabbè.
    Ieri sera te l’ha detto Piri…ma c’ero anch’io ieri sera, e non me ne sono mica accorta…sarà che ero impegnata nelle mie costruzioni di carte polimorfe…(ceci ho fatto delle cose che mi merito la laurea ad honorem in architettura!)

  5. lavavetri sabato 9 giugno a 1:54 am #

    Allora tecnicamente la collocazione migliore nel palinsesto ce l’ha no excuse ma non è questo il punto. Il punto è che quando mi capita di vedere sweet 16 mi viene voglia di distruggere:
    a) la tv.
    b) la sede di mtv.
    c)gli stati uniti di sti cazzi.
    d)la/il protagonista della puntata
    e)il padre che gli compra il macchinino da 200.000 $.
    f)il macchinino da 200.000$.
    ma la cosa più grave è che room raiders o parental control o quello delle mamme zoccole mi sembrano dei bei programmi a confronto. gravissimogravissimo

  6. ceci sabato 9 giugno a 10:12 pm #

    No, tecnicamente per una rete come Mtv il momento peggiore per mandare una trasmissione è l’orario di cena, diciamo dalle 7 alle 8.30; perché Mtv è un canale guardato soprattutto da teenager che hanno orari che dipendono dalla scuola, dai compiti, dalla merendina pomeridiana, e dall’orario in cui i genitori chiamano a tavola. E si sa che all’ora della cena sono pochissime le famiglie in cui si guarda Mtv.

  7. Lenz domenica 10 giugno a 9:42 am #

    Boh io non me ne intendo di comunicazione dei media… comunque quello che dici Bebo è giusto!
    Ah chi è questo fantomatico lavavetri?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: