Archivio | ottobre, 2007

Faces & phases

29 Ott


Oggi pomeriggio ho visto due cose estremamente comuni, ma con il beat sync lanciato per altri lidi:

– tre ragazzini che chiedevano “dolcetto o scherzetto?”
– un albero di natale dentro ad una casa

È il 29 di ottobre o mi sono perso qualcosa con il cambio di ora?

Una giornata tristissima

28 Ott

È morto il cummenda.

I miei “mi esaaalta”, “uè africa!” e l’inossidabile “Alboreto is nothing” non avranno più lo stesso sapore da pronunciare. Sono davvero dispiaciuto, è una domenica triste.

Altro aspetto

25 Ott

Il nuovo disco degli Altro è, se possibile, anche più bello di Prodotto e Candore. Si intitola Aspetto e si può intenderlo sia come sostantivo sia come prima persona presente di aspettare. È bello, genuino e sincero, ha sempre i suoni giusti per le canzoni e il post-punk che esce dalle casse è bello davvero. Scrivere degli Altro quasi mi infastidisce, non so come mettere giù le cose e tutto mi sembra inadatto, sarà che suona tutto così sincero che intimorisce.

Altro – Passato

Settanta fa ottanta

25 Ott

Non sono mai stato un complottista né uno che prende per oro colato le dichiarazioni di portavoce\segretari\etc; le torri gemelle sono cadute perchè ci sono state ignoranze da parte di chi doveva badare alla sicurezza, non credo ci fossero bombe all’interno, il piano di rinascita americano vorrei vederlo prima di crederci e le armi di distruzioni proprio non c’erano. Insomma, cerco di dare il giusto peso alle cose.

Però che Al Qaeda sia anche dietro agli incendi californiani è giocare con l’antica arte del nascondersi dietro al dito.

Sai che non mi dispiace?

24 Ott

Non so se sia una questione di abitudine oppure una sorta di rigetto verso teorie un po’ vetuste, anacronistiche, come questa:

La Fontana di Trevi tinta di rosso è l’immagine dell’Italia che, attraverso le tv, ha inorridito il mondo (e noi) negli ultimi giorni. Per fortuna il pazzo attentatore è stato ripreso dalle telecamere e catturato dalle forze dell’ordine. Si è scoperto così che viene dall’estrema destra. E da dove poteva venire? Benché le distinzioni tra quello che è di destra e quello che è di sinistra siano state giustamente ridicolizzate, ci sono cose che solo la destra può fare (1)

che io da sempre credo che idiozia, furbizia, qualità umane in genere siano equamente distribuite. Vien da pensare però che degli squilibri dentro alle redazioni dei giornali ce ne siano.