A vertical groove

5 Nov

Sono tornati due dei miei protetti dub: Burial e Boxcutter. Tornano tutti e due a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro. Untrue e Glyphic sono la prova del nove, come se ci fosse bisogno, per dimostrare dove i breaks possono arrivare e non necessariamente fermarsi.

L’uomo misterioso di casa Hyperdub non si allontana tanto dalle atmosfere a cui ci aveva abituato, dipingendo paesaggi urbani polverosi e lontani, se un’estetica cyberpunk avesse ancora ragione d’essere nel 2007 potremmo parlare di questo disco come colonna sonora perfetta per colorare gli interni. Uno slow motion in cui i ritmi si sovrappongono e si amalgamano andando a confondersi uno dentro l’altro, con questa voce di donna che accompagna costantemente attraverso le stanze\canzoni di Untrue, come una guida filtrata da una cortina di cannabis.

Barry Lynn invece è l’atrocità del caos, una visione allucinata del grime che lo spinge tanto indietro quanto avanti nel tempo, con echi degli Orbital e di Thomas Fehlmann e poi quelle dilatazioni siderali in un samba stellare che lo portano fuori da ogni schema. È un mondo disordinato e dissonante, che se non divampa in pioggie ritmiche si sfascia lentamente, disperdendosi dentro una quiete che Boxcutter ha imparato a domare. Rispetto ad Oneiric qui c’è molta più ragione, più presenza di spirito, le canzoni si sviluppano e crescono non solo esplodendo ma seguendo un loro percorso paranoide ma più trasparente.

Annunci

4 Risposte to “A vertical groove”

  1. shutdafuk martedì 6 novembre a 11:45 pm #

    more dubstep on
    stayminimal.wordpress.com
    passaparola. bless

  2. d. mercoledì 7 novembre a 1:40 pm #

    Archangel, pezzissimo.

  3. diesel watch lunedì 17 giugno a 6:48 pm #

    Additionally, watch out for the fake “review” websites that rate the quality of other websites’ products. com offers its esteemed customers with the hottest trends in luxury fashion. life efforts.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Roots Bloody Roots « Hungry for now - mercoledì 26 marzo

    […] così, da un lato ci sono Burial e Shackleton che provano a buttare lo sguardo molto oltre l’orizzonte, realizzando dischi […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: