Gravity rearrangin’

5 Feb

Prendi un ragazzo che fa una techno piuttosto quadrata e profonda e uno invece che si fa, in linea di principio, di una buona dose di droghe per lo più psicotrope, ma ha una voce della madonna ed è superfunk tanto da far bagnare le signorine. Succede che Cristian Vogel tira fuori dal cilindro una serie di affettati dub-jazz elettronici che incespicano, si rincorrono ma non stanno dritti, mentre Jamie Lidell fa quello che sa fare meglio cioè metterci la sua voce annoiata da bianco drogato. Raw Digits dei Super Collider è un disco che sa d’estate tanto quanto di finestrini bagnati, è un disco non cinematico ma semplicemente cinetico, sembra non andare da nessuna parte ma alla fine ti prende in giro e ci sei cascato dentro come una pera. I sette minuti di Radianations On The Rise si trascinano a fatica in bassi mastodontici, impulsi, disturbi fino a che non si ricompone tutto dentro a quel funk bionico post-2000 che non fa più girare un bassista e un batterista ma che viene programmato, senza passare dalle braccia, dagli occhi eccolo direttamente dentro una drum machine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: