Sorge la luna dal monte

11 Mar

Tra le molte ottime cose viste e sentite nell’ultima settimana mi è capitato tra le orecchie anche il nuovo disco di una delle troppo poche, ma quelle poche son delle discrete punk, produttrici elettroniche. Anja Schneider arriva al suo primo lp con un passato di successi sia in veste di musicista che di selezionatrice (le cuffione su una donna fanno sempre un po’ l’effetto Minnie), ingiustamente meno nota di Miss Kittin, il suo approccio è certamente molto diverso da quello della parigina, le sue origini rivelano il suo suono. Panorama (bar?) prima di tutto, berlino, Dial e Wagon Repair, tutto quel mondo techno fatto di progressione, suoni misurati e notturni che negli ultimi tempi da Efdemin ai Cobblestone Jazz passando per Hearthhrob e Mathew Jonson hanno dato molte soddisfazioni riportando ad una certa nobiltà una musica che si stava smarrendo. Beyond The Valley si inserisce nella strisca positiva, il tocco fermo di chi conosce il know how ed una scarica emotiva intensa in diversi momenti ne fanno un grande disco per una donna che quando nella title track fa partire quei synth analogici tanto Ame le si perdona anche un gusto nell’abbigliamento quantomeno discutibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: