She was a beautiful boy

27 Apr

Articolo ricercato, con incursione in camuffamento, con descrizioni accurate, con opinioni dei presenti, con citazioni di manifesti, con chiusura drammatica.


L’effetto “guardo i pesci nell’acquario” rimane e forse è sempre più forte. Il gironalismo italiano non sa spiegare in nessuna maniera possibile i giovani, di qualunque estrazione siano. Nemmeno quelli di CL figuriamoci i raver, gli emo o i dark (qualche giorno fa altro memorabile articolo in tal proposito). La distanza siderale e l’incapacità di gettare un ponte in tal proposito si ferma laddove inizia Moccia, dove suonano Allevi o i Tokio Hotel, dove si accalcano ragazzine per provini televisivi, per Corona e Studio Aperto. Dietro si continua a fare la parte dei pesci, puoi insistere a battere sul vetro ma finchè non ti butti è inutile.

Annunci

3 Risposte to “She was a beautiful boy”

  1. maxcar domenica 27 aprile a 10:59 pm #

    Paranoik Park, ahaha. Non so se mi irrita di più il sensazionalismo o l’incapacità non dico di spiegare, quanto di raccontare qualcosa che non sapessi già dai servizi di Studio Aperto

  2. dottlenz lunedì 28 aprile a 3:04 pm #

    bhé l’articolo fa un po’ lucignolo

  3. roccahc lunedì 28 aprile a 8:50 pm #

    cos’altro dire se non che devono andare a cagare..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: