Due o tre cose da far girare, oppure no

11 Ago

Allora, partiamo dai più grossi:

Crookers – Il Brutto Tocca a tutti finire fuori dal seminato, eccoci al turno dei due d’Ivrea. Pedal to the metal che non sarebbe neanche una cosa da sottovalutare se pensiamo declinata al modo dei Crookers, epperò alla fine è la solita roba da Justice e già i francesi mi piagliano male (perchè sono sempre stato out, e non ho nessuno Marcelo da chiamare ai Magazzini). Tutto troppo secco e conosciuto.

Se parliamo di roba conosciuta e pure un po’ usurata -come le palle ormai- parliamo di MSTRKRFT, che bontà sua suonava nei Death From Above e spaccava il culo poi è finito a fare l’idiota dietro al computer. Perciò il remix su John Legend & Andre 3000 – Green Light è una roba brutta, ma non brutta che sarebbe pure carino da farci lo scemo e buttarla dentro, è proprio una cosa sciapa e sai già come inizia e come finisce. Ippica.

Note più positive per un classico moderno come la DeAgostini: Flat Beat di Oizo, che è sempre la cricca EdBanger però con una marcetta diversa. Nonostante il lavoro poco sostanzioso Computer Club (1/3 Evol Intent) ingrassa la bassline e mette in modernità una canzone che la pettinatezza odierna aveva chiuso nel cassetto delle musiche da pubblicità.

Se parliamo di bassline allora tiro in mezzo uno come The Bug che prego spostarsi. Già Techno Animal, già un milione di cose fighe, già autore di un disco come London Zoo che è il nuovo credo per gli allucinati dub-ragga come il sottoscritto. Poison Dart è una di quelle canzoni che suonata se la gente balla smette di ballare e se non sta ballando allora si cappotta: meravigliosamente potente. Skream gira la manopolina e stringe il minutaggio per un take di gran classe (’86, il suo anno).

Chi non è d’accordo si merita gli Zingone (vestitevi come persone senzienti, Cristo!)

P.S. Nel 2008 The Manual dei KLF sarebbe riassunto in pochi passi dentro ad un blog non letto dentro una pagina myspace: 1. trovare una signorina con cui far coppia musicale (e anche sessuale se volete che qualche migliaio di maniaci del myspace spendano le proprie seghe su di lei) 2. imparare ad usare Live, un synth acido e non utilizzare più 3 note con una ritmica break anni ’90 3. aprire un myspace e avere tantissimi bellissimi issimi amicissimi.
Con questo discorso sembro uno che si ascolta gli Emerson Lake & Palmer da mane a sera lo so, e forse la techno è il prog del 2000 perciò non mi stupisco.

P.P.S. in realtà il post era partito dal P.S. di prima poi mi son ricordato che la kikka non mi legge se parlo di techno, allora parlo di techno.

Annunci

2 Risposte to “Due o tre cose da far girare, oppure no”

  1. sarah domenica 28 settembre a 3:52 pm #

    sei una persona brutta. e neanche mi linki quando mi citi. sei una persona brutta e tralaltramente scorretta.

  2. bebo domenica 28 settembre a 8:42 pm #

    Bisogna portare rispetto alla techno e sorbirsi anche i pipponi perchè si può nascondere ogni cosa. Così t’impari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: