Black friday, pink saturday

17 Apr

endtroducingOggi è venerdì 17, ma il mondo della musica fisica, quella fatta di dischi, cd e soprattutto persone, non si prende paura. Oggi è la vigilia di una cosa che si chiama Record Store Day (e ringrazio il caro Pavol che l’ha segnalato). Iniziativa nata negli states -ma molto negozi italiani aderiscono, qui la lista- che punta a riportare le persone nei negozi con incontri, djset, set e basta, sorrisi e high five. Date un’occhiata, magari il vostro negozio di fiducia organizza qualcosa, mica come il mio… Non si può che supportare in ogni caso, e citare Nick Hornby per l’occasione:

Yes, yes, I know. It’s easier to download music, and probably cheaper. But what’s playing on your favourite download store when you walk into it? Nothing, that’s what. Who are you going to meet in there? Nobody. Where are the notice boards offering flatshares and vacant slots in bands destined for superstardom? Who’s going to tell you to stop listening to that and start listening to this? Go ahead and save yourself a couple of quid. The saving will cost you a career, a set of cool friends, musical taste and, eventually, your soul. Record stores can’t save your life. But they can give you a better one

edit: anche se non segnalato, è il mio negozio di fiducia in persona che mi segnala l’adesione. Perciò domani al disco d’oro 10% di sconto su tutti i vinili. Si va a combattere la crisi.

Annunci

5 Risposte to “Black friday, pink saturday”

  1. Francesco Capasso venerdì 17 aprile a 7:31 am #

    bebo hai la terza release del watergate mixata da konrad black?

  2. bebo venerdì 17 aprile a 11:26 am #

    Non ancora! Tu si? Merita?

  3. ceci domenica 19 aprile a 10:12 am #

    Certo, che se al Disco d’Oro imparassero a fare il calcolo corretto del 10%. non sarebbe male..non è difficile eh..
    Non so, a questo punto potrebbero organizzare una cosa tipo “oggi facciamo il 10% di sconto sui cd, però il conto ce lo inventiamo noi”.
    Massimo rispetto per il Disco d’Oro, però in questo sono più che pessimi..

  4. Raibaz domenica 19 aprile a 4:28 pm #

    Io ieri ero a Londra e al black market music c’erano Andy Weatherall, Giles Smith e Rob Mello più una serie di altri ignoti…ovviamente me li sono persi tutti perchè dovevo andare a prendere l’aereo :(

  5. Francesco Capasso lunedì 20 aprile a 1:36 pm #

    no bebo sto cercando per vie traverse ma non c’è modo, intanto mi gogo l’ultimo lavoretto di Laurent Garnier… ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: