Ah hum?!

19 Mag

Quanta gioia può esserci nella rabbia? Nasci incazzato, non troppo bianco per fare il bianco e non troppo nero per essere un fratello, si dice sfiga. Però non è ovvio che si debba soccombere alla sfiga, per esempio si può decidere di diventare il migliore di tutti a far qualcosa, prima iniziando al trombone per poi passare al contrabbasso -strumento canonicamente poco protagonista- mantenendo la passione per la classica. Insomma, ti prende sta cosa del contrabbasso, attorno hai il jazz che sta crescendo a livelli che spostati, Duke Ellington è una star e tu non ne hai sinceramente più voglia di stare nelle retrovie, perciò alzi i gomiti, la voce e tiri fuori quel caratteraccio di merda che ti ritrovi e finisci per suonarci, con Duke. mingusEntri nell’ambiente di quelli importanti, nel giro giusto, e cazzo finalmente puoi incominciare a far qualcosa di tuo con gli altri che ti ascoltano. Dell’eroina poi non parliamo, sei un grande anche tu ormai e come i grandi ti fai quel tanto che basta. Con un disco hai fatto vedere che le regole poi rivoltarle, era il ’56 e gli altri stavano a ruota, ma passano 3 anni e altri 3 dischi fino a che le regole non decidi di rispettarle, ma non solo rispettarle, provi di migliorarle, vuoi fare una roba fuori di testa che ti sorprende da solo e ironicamente, facendo vedere quanto è grosso il tuo ego, lo intitoli Mingus Ah Hum. Un titolo interdetto, che non sapevi bene come chiamare la roba che c’è dentro. Ma dentro c’è bebop lanciato su nello spazio, in culo all’eroina e alla morte che tanto ti porta via prima del tempo, tu pedali e fai pedalare i 6 in studio con te, ne hai di strada da fare prima che ti passi l’incazzatura ma sentiti qui quanto sei felice.

Annunci

3 Risposte to “Ah hum?!”

  1. lflf mercoledì 20 maggio a 11:17 am #

    Spero che “Peggio di un bastardo” non sia uscito di catalogo, mi sa che l’hai letto ma se non l’hai letto leggilo.

    E procurati subito “Mingus at Antibes”, non ti spiego neanche perché.

  2. bebo mercoledì 20 maggio a 4:56 pm #

    No mai letto, ora guardo che cos’è e se è in catalogo.

    Del live at Antibes avevo letto, volevo ascoltarlo e poi mi son scordato. Vado in vacanza su internet e lo pesco.

  3. lflf giovedì 21 maggio a 7:31 am #

    Peggio di un bastardo è l’autobiografia, e anche qui c’è poco da aggiungere. Nell’Antibes solo pesi massimi, e un ERIC DOLPHY che non si può non scrivere tutto maiuscolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: