Tag Archives: anni ’90

O metallurgia o morte

6 Nov

Il nuovo singolo di Zombie Nation, più funk dei Justice meno metal dei Motorhead, rave come Everyday It’s 1989 di Moby. Annunciamo la morte degli ’00. Bentornati ’90s (con annesse camicie a quadrettoni viste in giro da qualche tempo).

E poi d’improvviso Sandstorm di Darude, Kernkraft 400 dello stesso Zombie Nation, What Time Is Love dei KLF ma soprattutto Yerba Del Diablo dei Datura. Albertino lo sa. Come lo scarico del cesso che fa il vortice, sempre più in basso, un edonismo ingenuo, la bassline di plastica con i suoni dell’uovo kinder ma tirati a lucido, il tiro in ogni canzone che non lo devi inseguire ma è lui che spinge, french touch, techno teutonica, rave is king, la cassettina e l’amico dj, prima di essere noi i dj, la Dj Parade e i remix di Madonna che nessuno suonava per davvero. Persino Villalobos che intitolava un pezzo 808 the bassqueen ed era una roba da paranoia stupenda. Non so se rendo l’idea di Villalobos che non minimaleggia, un’altra epoca per davvero.
E aldilà delle cazzate a volte penso che lì dove persino il punk e l’hardcore hanno fallito la musica elettronica da ballo è riuscita. Sono un paio di decenni e più che si porta dietro, anche se ormai sottilesottile, un messaggio politico. Dall’ironia per gli stereotipi che autoinduce, la lotta contro l’uso delle droghe, libertà sessuale, nei costumi, magari non vogliamoci bene però andiamo avanti che sennò si finisce a lucidare le maniglie sul Titanic, una roba magari non troppo pesante come la UR, ma neanche Danny Tenaglia tutte le sere. Come con gli alieni: i believe.

Annunci