Tag Archives: dub

una canzone per l’estate

14 Lug

Sono il giuda

20 Mag

Mi sono divertito alle spalle dei miei due soci di band e ho fatto questa cosa qui (che è ancora da rifinire):

Uno di cui la gente si fida

20 Lug

Burial & Four Tet – Moth;
Beat Pharmacy – Rooftops;
Intrusion – Tswana Dub (Beat Pharmacy dub);
Claude VonStroke – Who’s Afraid Of Detroit (Deepchord rmx);
STL – Silent State;
Redshape – Telefunk;
Ricardo Villalobos – 808 The Bassqueen;
Ame – Ensor \ Sebrok – Concorde;
Moderat – Rusty Nails (Booka Shade rmx);

SushiNoGoten – Moonwalking on the wild side

Know jah

9 Apr

confronta: Live in the City di Horace Andy, io l’ho trovata nella compila Wackies Sample vol.3 (distribuita in Europa da Hardwax), arrivo con 15 anni di ritardo ok. È una figata, il root reggae è una figata, e io che pensavo che fosse tutto bobmalley e giro in levare!

Di Horace Andy, per completezza, pare che la vera bomba sia:

E già che ci siamo:  Bradley Lloyd – Bass Culture (La musica dalla Giamaica: ska, rocksteady, roots reggae, dub e dancehall) libro acquistato qualche giorno fa e già in toplist tra i miei preferiti sulla musica (dalla stessa casa editrice di American Punk Hardcore di Steven Blush: rispetto!)

C.I. confidential

28 Mar

I recently sold a lot of my hardware including a 48-channel Tascam digital desk, 606, SH-101, various modules and FX, etc. I had a Juno-60 which was used a lot in the early days too. I must admit it made my spare room look like the Starship Enterprise at one point, but what’s the point if you’re using only two channels from a laptop soundcard? (Claro Intelecto, in una delle interviste più genuine degli ultimi tempi @ RA)

Il due di agosto

8 Ago

Spammare su MySpace con questo caldo è una faticaccia, specie per una canzone sola. Insomma, io ci sto provando seriamente a fare robe più deep possibile anche se il suono non è molto prof e certi strumenti vengono ancora fuori troppo spigolosi per i miei gusti. Il risultato però mi soddisfa e lo butto qui, che posso spenderci due parole e spammare con meno fatica (tutti spammano su MySpace, se spammo anche io chi se ne accorge?).

Il tocco emo è che il due di agosto sono diventato zio per la seconda e terza volta a distanza di 20 minuti, e sono le prime donne in famiglia Guidetti dopo una settantina di anni. La cosa spacca!

SushiNoGoten – 2 Agosto

A spectral Radiance

15 Gen

Radiance è una netlabel con base a Jesolo, nata da un’idea di Massimiliano Vianello (aka Pixel Music), che in pochissimo tempo ha già avuto modo di farsi conoscere. Anche e soprattutto all’estero. Dopo cinque uscite è giunto il momento di fare il punto della situazione a venire con una compilation: A Spectral Radiance vol.1. Il disco, in free download, include chi ha già pubblicato per la label e chi ha ancora il proprio asso da giocare. La partita si gioca sulle molteplici visioni della techno, del dub e dell’idm del rooster. Il risultato mi sembra ottimo e, all’infuori dell’inevitabile partigianeria, credo siano un prodotto e un’etichetta che fanno ben sperare per le nuove leve dell’elettronica italiana.